play

news

FAB STORIES - EP.4

24 mar 2017

Il nuovo punto di riferimento per il lavoro condiviso a Prato? È il coworking FAB. Postazioni per professionisti e vera piattaforma welfare, dove le parole d’ordine sono connessione, collaborazione e scambio di conoscenze multidisciplinari.

Come dice Pio Caporaso, il nostro Coworking Manager, “il coworking FAB è uno spazio di collaborazione tra figure professionali differenti: un distretto nel distretto, in connessione con Multiverso”. Distretto perché nasce nella cultura pratese, ma si tratta di un distretto molto particolare perché si fonde con la rete di coworking Multiverso, da cui importa modelli e know how organizzativi. A FAB le idee sono in sempre in costruzione ed è proprio nel coworking che prendono forma.

Parliamo di Multiverso: brand ormai famoso in tutta Italia, è una rete di coworking nata a Firenze nel 2012. L’idea di fondo è quella di connettere professionisti, imprese e associazioni del territorio toscano e non solo, per creare relazioni, condividere competenze e fare business collaborativo.

L’”inviata speciale” per il coworking Multiverso a FAB è Silvia Baracani, che è stata coinvolta nel progetto FAB nel 2014 insieme a Stefano Bonifazi come Join Studio per la progettazione degli spazi, e che porta la sua esperienza come architetta e coworking manager.
Il coworking FAB è inteso con una logica di crescita unitaria e collettiva. Multiverso, oltre a offrire un’esperienza unica in quest’ambito, mette a disposizione software e modalità di lavoro che fanno tesoro di anni di esperienza nel settore, oltre a sinergie con altre realtà italiane da cui attingere servizi innovativi.

Il lavoro collaborativo è un’attitudine. I coworkers della community online e offline sono chiamati alla formazione e all’aggiornamento continui, nell’ottica di portare eccellenza e innovazione partecipata. Questo è un luogo dove parlare con gli sconosciuti è necessario per muoversi velocemente e guardare all’Europa.

Chi saranno i tuoi vicini di scrivania? Chiamarli colleghi sarà riduttivo perché diventeranno persone con cui contaminarsi e crescere insieme.